Latte e formaggi fanno bene anche sotto l’ombrellone

Quante volte in vacanza preferite restare sotto all’ombrellone con una pausa pranzo veloce senza andare a cucinare? Al chiosco per quanto golosa l’alternativa che si prospetta è quella di un panino pesante e non troppo salutare, ma non è detto che non ci possa essere una variante buona e al tempo stesso perfetta anche dal punto di vista dell’alimentazione.

Non siamo abituati ad abbinare latte e formaggi ad una spiaggia assolata. In realtà Assolatte – l’Associazione Italiana Lattiero Casearia – suggerisce un paio di alternative da tenere nella borsa frigo nelle giornate al mare… con un occhio anche alla forma fisica.

Ecco i consigli di Assolatte so cosa è meglio mangiare sotto all’ombrellone:

Frullato di mirtilli e fragole con latte e yougurt.

Il frullato è ideale per il mare perché non richiedendo un grande lavoro digestivo. Le fragole forniscono ottime quantità di vitamina C che neutralizza i radicali liberi generati dall’esposizione, i mirtilli proteggono i vasi dalla vasodilatazione, mentre latte e yogurt apportano sieroproteine e grassi necessari per stabilizzare la glicemia e migliorare la sazietà.
Le sieroproteine di latte e yogurt sono amiche della linea perché aiutano a dimagrire conservando una buona tonicità muscolare. L’aggiunta di yogurt e di latte fermentato sono utili per l’equilibrio della flora batterica intestinale. I fermenti lattici svolgono, infatti, un’azione disintossicante, antinfiammatoria e protettiva che consente un rapido ‘ricambio’ dell’ecosistema intestinale.

Piadina rucola e stracchino

È un classico estivo che si trova quasi ovunque. La farcitura con stracchino o squacquerone e rucola fresca lo rende un pasto sano e completo.
La caseina del formaggio è considerata una “slow protein” per i lenti tempi di assimilazione dei suoi amminoacidi. Grazie a questa caratteristica, lo stracchino assicura un senso di sazietà prolungato e un buon equilibrio glicemico.

Questi vantaggi si ottengono, rispettando una dieta equilibrata e delle quantità di formaggi freschi suggerite dalla dieta mediterranea, pari a 100 grammi per pasto. Lo stracchino apporta anche discrete quantità di grassi a ‘catena corta’ che rappresentano una fonte energetica alternativa al glucosio. Se scelto nella versione arricchita di fermenti probiotici, diventa anche un cibo riequilibrante per la flora intestinale!
Questa piadina classica è ottimale anche dal punto di vista dei micronutrienti: lo stracchino apporta calcio e magnesio dall’azione anticrampi e la rucola è uno dei vegetali più ricchi di vitamina C.

FonteAssolatte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...