La colazione fa bene al metabolismo

Per iniziare una lunga giornata lavorativa o di studio, l’organismo ha bisogno di cibo per compensare alle ore di digiuno notturno. È una regola che vale per tutti, anche per chi lotta quotidianamente con la bilancia, come confermano diversi studi scientifici, molti dei quali effettuati presso il Wolfson Medical Center dell’Università di Tel Aviv. Un primo studio del 2013, pubblicato sulla rivista Obesity, ha mostrato non solo l’importanza energetica di un’abbondante colazione (comprensiva di una fetta di torta al cioccolato), ma anche come questa possa proteggere da diabete, ipertensione e problemi cardiovascolari.

I partecipanti allo studio che avevano ricevuto la colazione più sostanziosa avevano, infatti, mostrato livelli molto più bassi di insulina, glucosio e trigliceridi durante il giorno. Inoltre le persone abituate a fare regolarmente colazione avrebbero anche più probabilità di perdere peso rispetto a quelle che, invece, la saltano a favore di una cena abbondante. I meccanismi alla base di questo fenomeno sono frutto di più fattori tra cui anche la produzione di grelina, l’ormone responsabile del senso dell’appetito che, proprio grazie a una buona colazione, l’organismo è in grado di limitare. Ecco spiegato perché una fetta di pane consumata al mattino porta a un incremento della glicemia inferiore ed è meno ingrassante rispetto al suo consumo serale.

Chi fa una colazione equilibrata che comprenda proteine e carboidrati, non solo dimagrisce meglio, ma mantiene meglio gli effetti della dieta nel tempo.  Recenti studi hanno dimostrato che, al mattino, le calorie sono utilizzate in modo più efficiente, con effetti positivi sul peso corporeo nei soggetti che concentrano la maggior parte del cibo entro le prime ore del pomeriggio.

Non saltate mai la prima colazione, dunque, a maggior ragione se si vuole perdere peso e si hanno problemi glicemici.

Fonte lattendibile.it