Smetti di fumare? Alcune idee detox con formaggi e latticini

L’alimentazione è un punto cardine anche per disintossicare l’organismo
dalla nicotina e dagli effetti del fumo accumulati nel tempo.

No alle diete troppo restrittive, sì ai latticini freschi

Una preoccupazione tipica, quando si smette di fumare, è il timore di ingrassare.
Le sigarette, infatti, moderano il desiderio di cibo. Per non ingrassare durante il periodo di disassuefazione, è però sconsigliabile seguire una dieta eccessivamente rigorosa per non ricadere nel vizio! Lo ha dimostrato un piccolo ma interessante studio pubblicato su Psychopharmacology che ha rilevato come i fumatori che depennano 700 calorie al giorno all’alimentazione abituale siano portati a fumare l’8% in più di sigarette, mostrando livelli di CO più alti dell’11% rispetto a coloro i quali non riducono l’apporto calorico.

Una valida soluzione può arrivare dai latticini freschi come yogurt, latte, ricotta e latticini light che – a fronte di un modesto apporto calorico (36-120 calorie per etto) – forniscono un rapido e duraturo senso di sazietà dovuto alle sieroproteine che determinano un picco del CCK – l’ormone della sazietà.

Per l’irritabilità: pranzo con lattuga e formaggio

Tra i disturbi più fastidiosi lamentati da chi smette di fumare c’è l’irritabilità dovuta all’astinenza dalla nicotina e alla mancata gestualità.  Una buona soluzione arriva dalla lattuga che esercita un effetto blandamente sedativo dovuto al lattucario cui si devono proprietà calmanti. Una ricca insalata verde con 100 g di formaggio fresco (ricco di calcio e triptofano dalle note proprietà rilassanti) e un cucchiaio di nocciole o mandorle tritate (ricche di magnesio e vitamina B6 dall’effetto antistress) è il pranzo ideale sotto all’ombrellone.
Per attutire il deficit di nicotina, si possono aggiungere alla dieta abituale melanzane, peperoni, patate, pomodori e peperoncino ovvero vegetali appartenenti alla famiglia delle Solanacee, di cui fa parte anche la pianta di tabacco.

Per fare rifiorire la pelle colazione con yogurt e fragole

Il principale alleato contro i danni del fumo sulla pelle è la vitamina C, presente in elevate concentrazioni in ribes, fragole, kiwi e agrumi. Associare queste varietà allo yogurt bianco e al latte fermentato ricco di probiotici è una combinazione perfetta perché associa le virtù antiossidanti della vitamina C alle potenzialità rigeneranti sul microbioma dei fermenti lattici.

 

Tratto da lattendibile giugno 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...