Insalata calda di verdure arrostite con soffio di capra

Chi non si è imposto di perdere qualche chilo di troppo come buon proposito per l’anno nuovo? Beh con Tomasoni gusto e leggerezza vanno a braccetto, guardate che colori e che sapori questa ricetta!

Ingredienti per 4 porzioni

200 g di Soffio di capra Tomasoni
Una decina di pomodorini
2 zucchine
3 porri
3 carote
Sale
Pepe
olio evo
origano

Preparazione

Tagliate le verdure a bastoncino e i pomodorini a metà, versate il tutto in una ciotola e condite con olio, sale e pepe. Infornate a 180° finchè le verdure saranno ben dorate, sfornatele e copritele di Soffio di capra a grossi pezzi, pepate e date una spolverata di origano e un filo d’olio.

 

 

Hamburger goloso con squaqquì

Ciao a tutti, avete passato bene questi giorni di vacanza?
E’ vero, dopo le mangiate natalizie dovrei proporvi una ricetta light, ma voglio darvi un’idea per una serata con le amiche: gossip, film e panino goloso!

Come variante al classico hamburger dovete provare ad aggiungere il formaggio squaqquì, si scioglie che è una meraviglia. Io ho fatto questa versione, ma ognuno può aggiungere gli ingredienti che più preferisce.

Continua a leggere “Hamburger goloso con squaqquì”

L’intervista di Eva Tomasoni su Radio Company

Ciao a tutti,

siamo qui per raccontarvi le ultime notizie dal caseificio. Non capita tutti i giorni infatti di andare in radio a raccontare la filosofia della nostra produzione e il credo aziendale.

E’ successo proprio ieri, 24 ottobre, alla nostra Eva Tomasoni, che è stata ospite in diretta della trasmissione “Pachino Express, ai confini del gusto” su Radio Company.

Continua a leggere “L’intervista di Eva Tomasoni su Radio Company”

La ricetta vincitrice del contest “Storie di formaggi e biodiversità”

Volete provare anche voi a fare la ricetta, di Daniela Boscariolo, blogger di Timo e Lenticchie , che ha vinto il contest organizzato in occasione del blog tour “Storie di formaggi e biodiversità” ?

Eccovi ingredienti e preparazione!

 

TortaBrisé d’autunno cantarelli, zucca e formaggi del Piave

Prodotti forniti da: Formaggi Tomasoni

Ingredienti per una brisè di 24 cm.

  • 300 g farina Tumminia (grano antico) Molino Rossetto
  • sale  q,b.
  • 100 g olio extravergine di oliva
  • 120 g di acqua
  • 300 g di zucca delica passata al forno
  • uno scalogno
  • 100 g di funghi cantarelli d’autunno trifolati
  • una manciata di semi di girasole
  • 200 g di stracchino del Piave Tomasoni bio
  • 150 g di caciotta di capra Tomasoni
  • 2 cucchiai di formaggio Tomasoni San Saverio bio grattato
  • sale, pepe q.b.
  • timo e maggiorana qualche fogliolina tritata.

Preparazione:

  1. Accendete il forno a 200 gradi.
  2. In una padella spargete un filo d’olio extra vergine, tritateci lo scalogno e stufatelo qualche minuti. Buttate i cantarelli lavati e puliti bene, regolate di sale e pepe e ripassatele bene che prendano sapore e si asciughino dall’acqua di cottura. ( Se rilasciano troppa acqua  toglietela)
  3. Tagliate a fette la zucca delica ben lavata e passatela in forno una mezz’oretta, con un pizzico di sale. Togliete la buccia e i semi e tagliatela a piccoli cubetti. Mettete da parte
  4. Preparate la pasta brisé, settacciate la farina in una terrina con il sale, emulsionate acqua e olio e unitela mescolando fino a formare una pasta morbida.
  5. Oliate una tortiera e infarinatela un pochino, adagiate la pasta tirandola con un mattarello, rotonda o quadrata a seconda della tortiera che userete.
  6. Adagiatela delicatamente sulla tortiera foderata di carta forno, bucherellate con i rebbi di una forchetta, e tirate su bene i bordi er contenere il ripieno.
  7. In un mixer frullate  lo stracchino e la caciotta di capra a pezzetti, aggiungete i cantarelli,  la zucca, i semi di girasole, il timo e la maggiorana. Assaggiate di sapore altrimenti aggiungete un pizzico di sale e pepe.
  8. Riempite la  pasta distesa sulla tortiera con il ripieno, spolverate con qualche altro  seme di girasole e il formaggio San Saverio grattugiato.  Livellate mettete in forno per 40 minuti finché è ben dorata, controllando che non colori troppo, altrimenti coprite con stagnola
  9. Servite calda o fredda, magari ad un picnic d’autunno, gustando con gli occhi i colori della natura intorno a voi.

#picniccontest2017 #formaggidelpiavedal1955

 

L’importanza dei fermenti lattici nei formaggi

L’acido lattico, sostanza particolarmente benefica per l’organismo, è contenuto nei fermenti lattici del latte, dei formaggi e dello yogurt. I fermenti lattici sono indispensabili per il nostro organismo perché ricostituiscono la flora batterica intestinale, ostacolano lo sviluppo di microrganismi pericolosi e favoriscono processi vitali indispensabili per lo sviluppo fisiologico.

Continua a leggere “L’importanza dei fermenti lattici nei formaggi”

Cappuccino di porcini e stracchino di capra

L’autunno ormai è arrivato e anche la voglia di funghi, che con i formaggi si sposano davvero bene! Eccovi la ricetta per realizzare un cappuccino davvero originale, a base di porcini e stracchino di capra.

Continua a leggere “Cappuccino di porcini e stracchino di capra”

Pizzette di pasta alla ricotta bio con salmone e stracchino

Oggi vi presentiamo un’alternativa leggera e gustosa alle classiche pizzette, che soddisfano tutte le esigenze. L’impasto si realizza con pochi semplici ingredienti tra cui la Ricotta Bio Tomasoni  poi si possono farcire con quello che più vi piace, noi abbiamo pensato al salmone affumicato abbinato al nostro fiore all’occhiello, lo Stracchino bio.

Seguite qui sotto tutti i passaggi!

Ingredienti per 8 pizzette

  • 100 g Ricotta Bio Tomasoni
  • 250 g farina
  • 3 g lievito di birra
  • 1 cucchiaino di olio evo
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 150 ml acqua tiepida

Per la farcitura

  • 300 g di salmone affumicato a fette
  • ½ Stracchino Bio Tomasoni
  • Qualche rametto di timo

Preparazione

In un bicchierino sciogliete il lievito di birra con un po’ d’acqua tiepida.
Versate in una ciotola capiente la farina, la ricotta, l’olio e il sale, aggiungete il lievito e cominciate a mescolare con una forchetta.

Aggiungete l’acqua tiepida un po’ alla volta e impastate, la quantità d’acqua indicativa è sui 150 ml, ma dipende molto da quanta ne assorbe la farina e dal grado di umidità ambientale, dovrete ottenere un panetto soffice e morbido. Coprite la ciotola con la pellicola trasparente e ponete la pasta a lievitare in un luogo caldo e fuori da correnti d’aria.

Attendete circa 2 ore, fino a quando l’impasto raddoppia di volume.  Riprendete l’impasto e infarinate il piano, stendetelo con il mattarello a uno spessore di circa ½ centimetro e ricavate con dei coppapasta dei piccoli cerchi, spennellateli di olio evo e infornateli a 180° per circa 15 minuti.
Sfornateli e decorateli con delle fettine di salmone e delle cucchiaiate di stracchino morbido, un rametto di timo e un filo d’olio evo.

Provatele e fateci sapere come vi sono venute, aspettiamo le vostre foto sui nostri canali social!

Eccovi la video ricetta:

Problemi di insonnia? Provate con la cena bianco-latte!

Lo sapevate che chi dorme poco ingrassa più facilmente? Lo dice uno studio condotto dalla Case Western Reserve University di Cleveland, secondo cui le donne che dormono 5 ore o meno per notte presentano una probabilità del 32% maggiore di aumentare di peso e del 15% di diventare obese.

Ma non è finita qui: dormire fa bene al cervello, al cuore e protegge dalla depressione, è un vero e proprio ricostituente naturale  e ci permette di affrontare gli effetti dello stress e di rafforzare il sistema immunitario.

L’insonnia purtroppo è un problema comune, infatti secondo le statistiche oltre 14 milioni di italiani fanno fatica a riposare bene, ma una soluzione si può trovare ponendo maggiore attenzione all’ ultimo pasto della giornata che viene metabolizzato dal nostro organismo.

Continua a leggere “Problemi di insonnia? Provate con la cena bianco-latte!”

Colesterolo alto? Non rinunciare ai formaggi

Il colesterolo alto è una patologia che in Italia colpisce il 35% della popolazione, un problema sempre più comune nelle società occidentali. Combattere il colesterolo attraverso l’alimentazione corretta è fondamentale per abbassare la pressione alta e i rischi cardiovascolari, raggiungendo uno stato di salute e benessere.

Alimenti consigliati contro il colesterolo

Tra gli alimenti consigliati per chi ha questo tipo di problema, sicuramente troviamo la verdura, ricca di sali minerali, vitamine e antiossidanti, il pesce azzurro con un buon apporto di Omega 3, carni magre e pollo (senza pelle), fibre integrali, olio di oliva, di semi e di riso, i cereali meglio se integrali e non affinati, latte e yogurt scremati e senza grassi, e frutta da consumare, come per la verdura, nella quantità di almeno tre porzioni al giorno.

Colesterolo e formaggi: quali sono quelli consentiti

Tra le sostanze nutritive contenute nel formaggio ci sono le proteine, le vitamine, i minerali come calcio e fosforo, e anche i lipidi, all’ interno dei quali sono presenti i trigliceridi, composti per metà dagli acidi grassi saturi, i responsabili dell’aumento del colesterolo “cattivo” nel sangue. A causa della presenza di questa sostanza, non tutte le persone possono consumare il formaggio con leggerezza, fortunatamente però una soluzione per gli amanti dei formaggi ed è più semplice di quello che si possa pensare: i formaggi di capra.

Sono un alimento con un alto valore nutritivo, caratterizzati dall’ alta digeribilità e particolarmente consigliati per chi soffre di intolleranza al lattosio e ipercolesterolemia, grazie alla bassa percentuale di grassi saturi. Nonostante le calorie del latte di capra siano più alte rispetto a quelle contenute nel latte vaccino, nel dettaglio i suoi grassi sono migliori e più facilmente digeribili; inoltre, ha un contenuto minore di colesterolo, e la sua particolare composizione fa sì che non si verifichi un innalzamento di quest’ultimo nel sangue.

Quale formaggio di capra scegliere?

Se ci si trova di fronte ad una scelta, è meglio evitare i formaggi molto stagionati che hanno una percentuale più alta di grassi saturi, a causa della loro stagionatura che ne elimina l’acqua e rende le sostanze nutritive più concentrate, e optare piuttosto per un formaggio fresco, come ad esempio lo Stracchino di Capra, dal sapore intenso tipico del latte di capra, cremoso e bianchissimo. Vi consigliamo in particolare lo Stracchino di Capra Tomasoni, con solo 13,1 gr di grassi saturi per 100 gr di prodotto.  La freschezza dello stracchino  unita alla bontà e alla leggerezza del latte di capra, garantisce un prodotto ottimo dalle eccellenti qualità organolettiche. Lo Straccino di Capra Tomasoni  è buono da assaggiare, cremoso da spalmare, bianchissimo nella sua morbida pasta fatta solo con latte di capra proveniente da stalle del Triveneto.

Si presta benissimo per svariate ricette ed è ottimo per antipasti creativi e per veloci snacks…colesterolo free.